MAKING OF

Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra
Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra

Vai al Blog

Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra

Nel 1972 il Museo aveva nel suo organico un ottimo musicista, Leo Lagorio, pianista saxofonista e flautista. I brani erano quindi costruiti tenendo conto dei suoi importanti contributi sonori. Quando si è sentita l’esigenza di uno sbocco grandioso alla song “ Superuomo”, Lagorio, proveniente da una importante band del Ponente ligure , “Il Sistema”, che si era sciolta, propose di usare del materiale che lui e i suoi compagni avevano già scritto ed elaborato.

Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra
Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra

Pochi mesi prima del provino che il Museo registrò per la Ricordi Lagorio decise di abbandonare la band perché un eventuale impegno conseguente alla registrazione di un disco sarebbe risultato incompatibile con il suo lavoro. Il gruppo rimase disorientato ma ormai Zarathustra voleva essere ascoltato.

Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra
Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra
Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra
Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra
Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra
Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra
LIVE !
Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra

Nei mesi precedenti l’ incisione il Museo girò l’Italia proponendo un repertorio misto: cover e alcune songs del futuro “Zarathustra” che venivano cosi “testate” di fronte ad un pubblico. Nel 1973 invece l’usual live gig comprendeva tutto l’album, integrato da 3 brani degli Huriah Heep e da due dei King Crimson ( “21 th schizoid man” e “ In the court of the Crimson king”) e da una cover di James Brown.

I concerti si aprivano con la registrazione di “Also spracht Zarathustra” di R. Strauss e si chiudevano con “Pump And Circumstance March N.1” di Elgar, un brano classico usato da Kubrick in “Clockwork Orange”.

Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathus
Museo Rosenbach - Italian Prog band - Official website Making Zarathustra